FIRENZE MISTERIOSA: LEGGENDA DI VIA DELLA MOSCA

Un’altra delle leggende di Firenze più famose racconta la storia di una ragazza bellissima, che viveva in via della Mosca, che aveva come domestica una strega. Quest’ultima aveva una figlia che per bellezza non aveva nulla da invidiare alla prima ma era cattiva proprio come la madre.

Un cavaliere un giorno si innamorò della ragazza buona e i due vivevano una bellissima storia d’amore; ma la strega invidiosa, con una pozione posta su una spazzola fatata, facendo finta di spazzolare la giovane la trasformò in una mosca.

 

Ma si dimenticò di un particolare: per rendere efficace il sortilegio, la strega avrebbe dovuto bagnare i denti della spazzola con un po’ di sangue della cute ma presa dalla foga del momento non lo fece. Infatti la povera fanciulla non si trasformò in una repellente mosca, ma in un moscone dorato, che mentre ronzava riusciva anche a parlare.

 

Il cavaliere e la famiglia della ragazza la cercarono in continuazione fino a quando notarono questo moscone incantevole, e facendo attenzione, riuscirono a capire ciò che diceva e a smascherare la strega.

Quest’ultima venne torturata fino a quando non rivelò come annullare il beneficio; la fanciulla ritornò se stessa, e la sua famiglia e il cavaliere trasformarono in mosche la strega e la sua figlia. Se sentite un ronzio per via della Mosca state attenti: si dice che si trovino ancora là.

 

Fonte: snapitaly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.