IL FANTASMA DI MANIGUNDA A CAIRATE

Manigunda era la regina dei Longonbardi e nipote del re longobardo Liutprando e fece costruire il Monastero di Cairate, si dice che lei si aggirerebbe ancora tra le mura del Monastero sotto forma di fantasma.

 

Cairate è un piccolo comune della provincia di Varese, un centro abitato fondato dai Longobardi nel Basso Medioevo. Dapprima fortezza militare, poi borgo sempre più importante dal punto di vista politico ed economico, fece parte del Ducato di Milano in epoca rinascimentale, diventando poi dominio spagnolo e successivamente cadendo sotto l’influenza dell’Impero Austriaco, poi Napoleonico.

Quindi Regno lombardo-veneto, e conquista piemontese nel Risorgimento. Insomma, un susseguirsi di vicende storiche ha caratterizzato queste zone dal passato ad oggi, vicende che hanno attraversato i secoli.

 

Il Monastero di Cairate è un luogo prezioso dal punto di vista storico, artistico ed architettonico, che fa parte del circuito I Longobardi in Italia sotto tutela dell’Unesco.

Oggi sconsacrato, ma ben restaurato e cornice di mostre, eventi culturali, oltre che esposizione permanente di quella che fu l’arte longobarda e la storia locale.

 

 

Un operaio, durante i recenti lavori di restauro, il 14 giugno 2012 avrebbe scattato la fotografia che vedete qui di fianco, con il fanstasma in trasparenza che si vede sulla destra.
Immagine che il sindaco Paolo Mazzucchelli ha anche diffuso su Facebook.

 

 

 

Ma chi era Manigunda ?

 

Si tratta delle regina dei Longobardi che nel 737 dopo Cristo fece costruire il Monastero. Secondo le informazioni che si possono trovare anche in rete, durante i restauri avvenuti tra il 1545 e il 1563 all’interno del monastero, furono rivenute parecchie ossa e teschi umani e inoltre un sarcofago perfettamente intatto con all’interno lo scheletro di una donna elegantemente vestita.

Lo scheletro rinvenuto nel sarcofago fu attribuito alla Regina Manigunda. Da allora all’interno del Monastero sono in molti ad aver avvertito la presenza di una entità soprannaturale che si manifesterebbe con rumori inspiegabili e apparizioni che avvengono in particolare nelle ore notturne.

 

In rete circolano strane storie anche su alcuni blog: qualcuno afferma di aver sentito rumori, di aver assistito a finestre che sbattono all’improvviso, ed anche lamenti provenire dal sarcofago.

Qualcuno afferma persino di aver visto il fantasma di Manigunda aggirarsi tra le mura, come testimonierebbe la foto scattata dall’operaio, dove si vedrebbe sulla destra il contorno di una figura in trasparenza.

 

 

Fonti: varesenews

turismo.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.