LA LEGGENDA DELL’ ALMAMULA

L’ Almamula (“Alma Mula”), noto anche come Mulánima (“Mula Ánima”), Tatá Cuñá o Mula Frailera ,  è un essere mitologico di Santiago del Estero , Argentina, è diffuso anche nell’ Uruguay orientale .

La leggenda di questo essere sarebbe un modo per insegnare che qualsiasi idea di relazione sessuale immorale non dovrebbe accadere. 

 

La leggenda dell’almamula

 

Secondo la leggenda, questo essere era una donna senza morale, che aveva commesso un incesto con suo fratello e suo padre, e aveva anche avuto rapporti sessuali con il prete del villaggio; e non se ne pentì mai, né lo fece nessuno dei tre individui In punizione per questo comportamento prima della sua morte, sarebbe stata maledetta da Dio, che l’avrebbe trasformata in un mulo color piombo che trascinava pesanti catene. È molto pericoloso perché può prendere a calci chiunque incontri durante la notte. 

 

Si dice che vaghi di notte nel folto delle montagne e viaggi per le città nei giorni di tempesta. Dà grida di dolore che congelano il sangue di chi ascolta, perché sta trascinando un “freno” che le provoca un grande dolore quando calpesta le sue redini. 

Si dice che il suo viaggio finisca alla porta della chiesa della città più vicina, da dove riprende la sua carriera, spargendo fuoco attraverso gli occhi e la bocca. 

 

Per quanto riguarda il motivo per cui l’almamula indossa una grande catena, che produce anche un grande rumore, è che lei è la rappresentazione del peso dei suoi peccati ;  ma sarebbe anche la speranza che la donna maledetta si sia trasformata in un mulo che un giorno un uomo coraggioso sarà in grado di trattenerla, superando la paura e riuscendo così a portare a termine il rituale che avrebbe finalmente riscattato la sua anima per viaggiare in paradiso .

Altre tradizioni indicano anche che come conseguenza del potere della sua maledizione, quella che si estende attraverso dove ha viaggiato, tutte le persone che hanno relazioni immorali e non se ne pentono, sarebbero anche maledette come punizione e si trasformerebbero durante la notte in un mulo.

 

Fonte: wikipedia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.