LA ROTTURA DELLA PIETRA ASSASSINA

Il masso “maledetto” che, secondo la leggenda, uccide chi lo tocca, si trova in una zona vulcanica del Giappone. La pietra si rompe e la paura corre sui social. Il timore più grande è lo scoppio della terza guerra mondiale.

Si tratta del Sessho-seki ovvero “ il masso maledetto” o masso omicida che uccide chiunque lo tocchi .

Il sasso si trova in un territorio vulcanico del Giappone circondato da gas tossici. Secondo la tradizione lo spirito maligno che lo abitava ora sarebbe libero.

 

 

La leggenda



Questa pietra si trova a Nasu, nella prefettura di Tochigi, poco distante da Tokyo ed è una roccia vulcanica che attrae tanti turisti: l’area è stata registrata come sito storico nel 1957.

La sua storia è riportata nell’Otogizoshi, una raccolta di circa 350 storie scritte nell’epoca Muromachi, ossia tra il 1392 e il 1573.

 

 

Secondo un’antica leggenda giapponese, una volpe aveva il vizio di trasformarsi in una donna bellissima che voleva sedurre gli imperatori (Tamamo no Mae questo il nome della donna),

Faceva parte di un complotto segreto ordito da un signore della guerra feudale per uccidere l’imperatore Toba, che regnò dal 1107 al 1123.

Dopo essere stata scoperta da un sacerdote shintoista, l’affasciante donna vene trucidata da un eroico samurai chiamato Miura no Suke, ma lo spirito abbandona il suo corpo per possedere un sasso omicida.

La pietra fu stata purificata dal monaco buddista Genno ma nonostante ciò mantiene la sua pericolosità.

 

 

Il masso maledetto è considerato ufficialmente in Giappone il pezzo più maledetto, origine di una leggenda che vuole che basta toccarlo per morire.

Ovviamente se si spacca la spiegazione più plausibile è legata al fatto che nella zona vulcanica in cui si trova ci sia stata un importante variazione di temperatura da farlo spaccare in due parti.

Delle crepe erano apparse nella roccia alcuni anni fa e le infiltrazioni di acqua al suo interno l’avrebbero resa più fragile, fino a causarne appunto la rottura.

 

Fonti: skytg24

quotidiano nazionale

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.