Racconta la tua esperienza

Nel caso mi volete inviare le vostre esperienze attraverso i messaggi vocali su Instagram oppure in chat su Facebook, ci tengo ad informarvi che la durata massima è di solo 1 minuto (non è imposta da me, ma dal social).

 

Per quanto riguarda i messaggi vocali su Telegram non ci sono limiti della durata.

 


I racconti di Diana, 16 anni

 

Era notte verso le 2, stavo dormendo, sento un peso sulla schiena talmente forte da non farmi respirare, né muovere, insomma mi sveglio.

O meglio non riesco ad aprire gli occhi, ma ero sveglia e vedevo tutto. Era notte quindi era anche buio ma riuscivo a vedere benissimo qualsiasi cosa, ma come detto avevo gli occhi chiusi, solo dopo sono riuscita ad aprirli.

 

Il peso era talmente forte che si propaga a su tutto il corpo. Cercavo di muovere la mano ma non riuscivo, ho provato con l’altra ma neanche, con una gamba, con l’altra, insomma ero bloccata in tutti i sensi, non riuscivo a respirare per circa 40 secondi. Sono rimasta bloccata per qualche minuto, circa 5.

Era uno spirito che tentava di approcciarsi almeno così ha detto mia mamma.

So cos’è la paralisi del sonno, ma a differenza di essa in quel momento ho proprio sentito qualcuno e un profumo intenso che è caratteristico degli spiriti di solito.

 


 

Secondo racconto di Diana, 16 anni

 

Ero piccola avevo 3 anni e come tu sai in quell’età si ha un contatto molto più forte col mondo paranormale.

Io tutte le sere andavo in camera da letto e vedevo un uomo anziano piangere disperato, andavo dai miei genitori a chiedere il perché quest’uomo stesse piangendo, ma i miei controllando camera non si accorsero mai di niente.

 

Continuò per un bel po’ di tempo fino a che scoprimmo che in quella casa, in camera mia, proprio sul soffitto sopra al letto il vecchio proprietario della casa si era impiccato per disperazione, non aveva più un soldo e decise di suicidarsi.

 

Mi fecero anche vedere una fotografia e io mi misi a piangere perché riconobbi il vecchio proprietario.

Io vedevo proprio un uomo non era trasparente e non era in carne ed ossa, non so come spiegarti.

 


Racconto di Alessandra, 19 anni

 

Allora praticamente mi ricordo che mi trovavo in viaggio studio con la scuola in francia ed eravamo ospitati da una famiglia.

Io ero insieme ad altre mie 2 compagne e ci è capitata una cosa strana dal secondo giorno più o meno che eravamo ospitati in quella casa.

 

Una sera mi ricordo che noi avevamo il letto a castello proprio di fianco al muro e nel momento in cui spegnevamo la luce iniziavano dei battiti contro il muro, inizialmente pensavamo fosse la signora.

 

Nel momento in cui si accendeva la luce della stanza considera che la porta era chiusa e c’era la moquette e che non poteva passare luce, succedeva che quei botti contro il muro finivano e a volte andavano anche a tempo di musica, io non so come si possa fare una musica con le mani senza che ci sia suono semplicemente così.

Questi botti continuavano, io mi ricordo che una notte di quelle i botti erano talmente forti..erano durati fino alle tre di notte, ci eravamo messe a pregare e dopo un po i botti sono finiti.

 

Di nuovo le altre mattine continuavano sempre questi botti, fino a quando non ho aperto anche la porta ed in quel momento esatto finivano.

Io tutt’ora credo non sia la signora ma credo sia stato qualche spirito o qualcosa del genere.