RITUALI D’AMORE: COME FUNZIONANO

Le streghe esistevano ed esistono, ma ogni cultura ed ogni etnia ha le sue streghe. Chi è un po’ pratico di incanti e rituali, sa bene che una delle richieste che tra lacrime e sospiri si fanno maggiormente sono le richieste d’amore.

Ebbene si, se già i primi segnali di stregoneria sono stati riscontrati nella preistoria, con riti di fertilità e per il buon raccolto, lo sviluppo che le pratiche magiche hanno avuto nel corso del medioevo è arrivato fino a noi.

E attenzione, a qualcuno potrebbe far sorridere che le persone si rivolgano a rituali d’amore come quelli proposti in questo sito:

https://legamentodamore.com

ma la verità è che ovunque, nel mondo, ci sono realtà simili. Oggi parliamo della stregoneria legata ai riti d’amore.

 

 

Rituali d’amore simbolici

Tra i più famosi ci sono i rituali con candele, dove la strega moderna battezza due bambole di cera (due candele a forma umana) con i nomi delle persone da legare, e successivamente attraverso parole specifiche e segrete, compie la sua ritualistica con l’influsso della luna crescente. Fino a questo punto le energie mosse sono comunque controllare dalla strega, che non sta evocando nulla in particolare ma utilizza la sua stessa energia attrattiva per cercare di risolvere un problema d’amore.

Un altro famosissimo rituale d’amore è quello chiamato “dei 7 nodi”. Il simbolismo esoterico qui si fonde con la magia dei nodi, ogni nodo esprime un preciso incanto, una richiesta, e al termine del rituale si brucia la candela attorno alla quale il filo (sempre rosso) è stato avvolto. Anche in questo rito della tradizione occidentale, non si devono compiere particolari evocazioni.

 

 

Riti d’amore evocatori

Tutt’altra atmosfera si respira quando la magia dell’amore si unisce alle invocazioni ed evocazioni. Come abbiamo detto, ogni cultura ha una sua peculiarità nelle ritualistiche, e se ci spostiamo oltre oceano, sarà molto facile imbattersi nelle macumbiere. Uno dei rituali d’amore che invece viene più eseguito, nella cultura afrobrasiliana, è la legatura d’amore coercitiva. Non stiamo parlando di semplici preghiere a qualche Santo o al proprio angelo, qui si parla di vere e proprie evocazioni di entità che nella cultura occidentale e cristiana sono spesso collegate ad entità demoniache.

Il più famoso? L’invocazione di Pomba Gira, la parte femminile della divinità Exù. Questa divinità presente nella macumba di Haiti ma anche di molte altre realtà caraibiche, viene rappresentata come una bellissima donna, piena di fascino e di sensualità, ma..anche molto molto vendicativa. Non sta a noi giudicare i processi mentali di chi, magari per sofferenze amorose, cerca il suo aiuto. Dovremmo per farlo considerare la cultura locale, mentre per una donna italiana è normalissimo fare una novena o richiamare l’amato con un rito apparentemente innocuo, per chi vive immerso nella tradizione afro apparirà normale evocare queste entità perchè così ha sempre visto fare fin da piccolo.

Tali divinità sono molto più umane rispetto alla concezione nostra del divino, e vanno omaggiate sempre (pena avere contro il loro risentimento per la mancanza di rispetto). Ad esempio Pomba Gira viene omaggiata con pietre (il suo colore dominante è il rosso), con profumi intensi di fiori tropicali, e liquori dolci. Esiste, come per le evocazioni demoniache, un preciso “sigillo” o chiave che viene scritto a terra con una polvere speciale, e la richiesta spesso è abbinata a una preghiera d’invocazione.

Di riti e incanti è piena la letteratura e la tradizione esoterica, possiamo credere o non credere, ma se tali pratiche resistono da secoli evidentemente qualcosa c’è. Sconsigliamo comunque a tutti i lettori di avventurarsi attraverso riti evocatori che potrebbero avere delle conseguenze negative.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.